Caldaie > Informazioni Caldaie > Rapporto Controllo Efficienza Energetica

Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica Caldaie (Tipo 1)


L’analisi dell’efficienza energetica della caldaia, operazione meglio nota come “controllo fumi”, va effettuata obbligatoriamente nel caso in cui si disponga di una impianto termico di potenza termica nominale maggiore di 10 kW, e tutte le caldaie per uso domestico rientrano all’interno di questo campo di applicazione. I controlli vanno fatti periodicamente e i tempi sono variabili a seconda della tipologia e della potenza della caldaia.

Inoltre, come previsto dall’articolo 8 del DPR n.74 del 16/04/2014, entrato in vigore il 12/07/2013, al termine controllo dell’efficienza energetica della caldaia, il tecnico abilitato deve provvedere a redigere e sottoscrivere l’apposito rapporto di controllo di efficienza energetica.

Il rapporto di controllo di efficienza energetica per le caldaie è quello di tipo 1, inerente cioè i gruppi termici.

Il rapporto deve essere compilato i duplice copia: una va consegnata al proprietario o inquilino della casa (o all’amministratore nel caso dei condomini), mentre l’altra deve essere inviata dall’installatore/manutentore alla Regione o Provincia autonoma di competenza.

Si ricorda che in caso di errata compilazione o nel caso in cui non venga effettuato il controllo alle scadenze prestabilite, si rischia di incorrere in multe e sanzioni.

Dati da Compilare

Ecco tutti i dati contenuti nel Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica di tipo I.

A. DATI IDENTIFICATIVI
Codice catastale
Comune e indirizzo in cui è installata la caldaia
Potenza termica nominale totale dell’impianto
Dati del responsabile dell’impianto (proprietario, occupante, amministratore di condominio, terzo responsabile)
Dati dell’impresa manutentrice che ha effettuato il controllo

B. DOCUMENTAZIONE TECNICA A CORREDO
Dichiarazione di Conformità presente o no
Libretto impianto presente o no
Libretti uso/manutenzione generatore presenti o no
Libretto compilato in tutte le sue parti o no

C. TRATTAMENTO DELL’ACQUA
Presente o meno trattamento in riscaldamento e in ACS.
Durezza totale dell’acqua

D. CONTROLLO DELL’IMPIANTO
Per installazione interna in locale idoneo / Per installazione esterna generatori idonei
Aperture ventilazione/aerazione libere da ostruzioni
Adeguate dimensioni aperture di ventilazione/aerazione
Canale da fumo o condotti di scarico idonei (esame visivo)
Sistema di regolazione temperatura ambiente funzionante
Assenza di perdite di combustibile liquido
Idonea tenuta dell’impianto interno e raccordi con il generatore

E. CONTROLLO E VERIFICA ENERGETICA DEL GRUPPO TERMICO GT
Data di installazione della caldaia
Fabbricante, modello e matricola identificativa della caldaia
Tipologia: Gruppo termico singolo, Gruppo termico modulare, Tubo / nastro radiante, Generatore d’aria calda
Utilizzo: Climatizzazione invernale / Produzione ACS
Potenza termica nominale max al focolare in kW
Potenza termica nominale utile in kW
Combustibile: GPL / Gasolio / Gas naturale / Altro
Modalità di evacuazione fumi: naturale / forzata
Depressione nel canale da fumo (in Pa)

Attività effettuate:

  • Dispositivi di comando e regolazione funzionanti correttamente
  • Dispositivi di sicurezza non manomessi e/o cortocircuitati
  • Valvola di sicurezza alla sovrapressione a scarico libero
  • Controllato e pulito lo scambiatore lato fumi
  • Presenza riflusso dei prodotti della combustione
  • Risultati controllo, secondo UNI 10389-1, conformi alla legge

Dati rilevati:

  • temperatura fumi (°C)
  • Temperatura aria comburente (°C)
  • O2
  • CO2 %
  • Bacharach
  • CO corretto (ppm)
  • Rendimento di combustione %
  • Rendimento minimo di legge %

F. CHECK-LIST
Elenco di possibili interventi, dei quali va valutata la convenienza economica, che qualora applicabili all’impianto, potrebbero comportare un miglioramento della prestazione energetica:

  • L’adozione di valvole termostatiche sui corpi scaldanti
  • L’isolamento della rete di distribuzione nei locali non riscaldati
  • L’introduzione di un sistema di trattamento dell’acqua sanitaria e per riscaldamento, ove assente
  • La sostituzione di un sistema di regolazione on/off con un sistema programmabile su più livelli di temperatura.

Documento in formato .pdf

Il modello da utilizzare è disponibile in formato pdf sul sito del Ministero dello Sviluppo
Economico e scaricabile gratuitamente a questo indirizzo: mise.gov.it

Fac Simile

Ecco un esempio di modulo da compilare.
Modello Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica Tipo 1 Caldaia